La nostra storia

La 1a Compagnia degli Arcieri della Città di Firenze nasce nel Dicembre 1965 per volontà dei fratelli Guido e Giorgio Cavini. A quel tempo il movimento arcieristico italiano è agli inizi e la neonata Società partecipa attivamente, con altre sei associazioni presenti sul territorio, a sviluppare la pratica del tiro con l’arco ed alla crescita della FITARCO (Federazione Italiana del Tiro con l’Arco), federazione riconosciuta dal CONI.

Dopo due anni dalla sua costituzione si trasforma in:

1a Compagnia degli Arcieri della Città di Firenze “Ugo di Toscana”

i

Onorando così il marchese “Ugo di Tuscia” vissuto a cavallo dell’anno 1000 e primo personaggio storico a dare una connotazione “europea” all’allora crescente “Firenze”.

Il primo campo di tiro fu presso il Ristorante Bibe alle Bagnese.
Dal 1967 al 1975-76 il poligono sociale fu in Carraia, sotto al Piazzale Michelangelo.
dal 1975-76 ad oggi il nostro impianto è ad Ugnano, di fianco all’Acquedotto di Santa Maria a Mantignano.

La “Ugo di Toscana” nel 1989 si trasforma in Società Cooperativa a responsabilità limitata (prima ed unica fra le società della FITARCO) dandosi un respiro innovativo e rivolto al futuro.

Nella sua lunga storia sportiva la “Ugo di Toscana” ha vinto 14 titoli nazionali individuali e può fregiarsi della Stella d’Argento al merito sportivo del CONI.
Ha organizzato 4 Campionati Italiani (il più prestigioso dei quali nel 1995 nel parco di Villa Demidoff a Pratolino, nei pressi di Firenze); nel 2001 ha organizzato i Campionati mondiali Indoor a Firenze con 47 nazioni partecipanti; circa 400 manifestazioni ufficiali in ambito Fitarco ed ospitato sul proprio campo di tiro varie squadre nazionale estere in preparazione dei vari giochi olimpici.  

Nel 2015 si sono tenuti i festeggiamenti per il 50° anniversario della Società.

 

Presidenti

1965 – 1974  Guido Adriano Cavini

1974 – 1974  Silvano Moschini (reggente)

1975 – 1989  Ugo Ercoli

1989 – 1991  Giorgio Stefano Cavini

1992 – 2012  Ugo Ercoli (Presidente Emerito)

dal 2013        Stefano Mecatti